Feb201115

Intervista fresca fresca! Clicca qui per leggere e commentare anche su ED E’ SUBITO SERIAL

Ecco un estratto dell’intervista:

Stefan Di Maria Poole: vi racconto le mie esperienze in Glee e Dollhouse

Per quanto riguarda l’esperienza in Dollhouse, invece, cosa ti è rimasto di quei momenti?

E’ stata la mia prima esperienza in TV.  Mi ricordo che ero nervosissimo quando è uscita la puntata.  Poi ricordo che Eliza Dushku è stata molto dolce.

L’America, come del resto sai, è la patria dei telefilm. A tuo modo di vedere, perché l’Italia è così distante da loro a riguardo?

Non lo so sinceramente. Sembra che in America i budget per i telefilm siano molto più alti, quindi è più facile realizzare prodotti di qualità con ampie risorse economiche. Poi, i film o i telefilm doppiati non vanno per niente alle masse americane, mentre in altri paesi il doppiaggio è una cosa normale.  Questo significa che i telefilm americani guadagnano di più per il semplice fatto che vengono esportati in tutto il mondo, quindi il budget di Hollywood e’ superiore a tutti.

Dati i tuoi precedenti e osservando da vicino il mondo della tv, hai mai pensato di fare l’attore?

Mi piacerebbe molto fare l’attore un giorno. Certo, che se dovessi riuscirci deve essere perché riesco a farlo bene, non perché magari sarò un musicista famoso.  Ci sono troppi attori orribili che hanno avuto successo nel cinema solo perché la gente li riconosce dalla loro musica.

2 comments

  1. Patrizia ha detto:

    Bella l’intervista completa! 😀 E’ bello sapere ciò che pensa Stefan! Comunque siamo felici dell’uscita del disco…non vedo l’ora di poterlo ascoltare, e magari di poter ascoltare presto anche un nuovo cd dei Feelgood…chissà!
    Aspetto con ansia anche il tour!!!!! 🙂

    Report user

Rispondi